Cannabis Legale, Cannabis Legale - Scienze

L’Olio CBD: un trattamento all’Epilessia

l'olio cbd, L’Olio CBD: un trattamento all’Epilessia

Per anni la marijuana, dietro certi pregiudizi, è stata considerata una droga dannosa da cui stare lontana. Solo negli ultimi decenni la cannabis ha avuto un cambio di rotta. Si parla di come l’olio di canapa possa portare dei benefici medicali a patologie come, l’epilessia, il morbo di parkinson, il glaucoma e le artriti. L’ olio CBD potrebbe essere un trattamento alternativo a queste e a tante altre malattie.

l'olio cbd, L’Olio CBD: un trattamento all’Epilessia

Negli ultimi anni è aumentato l’interesse verso notizie e comunicati sull’olio di canapa e sulla cannabis terapeutica in generale. L’alto contenuto di cannabidiolo nell’olio CBD controlla i sintomi di alcuni disturbi epilettici come gli spasmi infantili, la sindrome di Doose e quella di Dravet. Queste malattie comportano continue crisi e convulsioni, tali da condizionare la vita quotidiana di un individuo. Gli spasmi sono collegati ad una sostanza del nostro cervello di nome GABA (acido y-amminobutirrico) responsabile della regolazione dell’eccitabilità delle cellule celebrali. La capacità della cannabis sembra essere proprio quella di ridurre le convulsioni, anche se gli scienziati non si spiegano ancora oggi come tale processo possa avvenire.

 

Charlotte Figi e l’olio CBD

Prendiamo ad esempio la sindrome di Dravet, una malattia epilettica dell’infanzia. I farmaci tradizionali spesso non sono risolutivi, anzi, a volte, peggiorano i problemi e le condizioni degli ammalati. Molte famiglie disperate, venute a conoscenza dei benefici del CBD, ne hanno iniziato la somministrazione ai propri cari ottenendo a volte effetti miracolosi. Ed è proprio da una somministrazione iniziale del CBD, fatta dai signori Figi alla figlia affetta da sindrome di Dravet, che incomincia un’osservazione più scientifica di questo cannabinoide. Charlotte dall’età di due anni subiva circa 300 attacchi epilettici alla settimana e nessun farmaco tradizionale riusciva ad alleviare questa sua condizione. I genitori scoraggiati, iniziarono una somministrazione di olio d’oliva con alto contenuto di CBD. Nell’arco di pochi giorni le condizioni di Charlotte migliorarono. Le crisi si ridussero fino ad arrivare a 2/3 attacchi al mese.

 

Charlotte’s web

Nel 2013 il caso si tramutò in 2 documentari trasmessi dalla CNN in cui si parlava degli effetti del CBD sulla malattia di Charlotte. I Figi, una volta finite le scorte di olio CBD, per continuare la somministrazione si rivolsero ai fratelli Stanley, dei coltivatori di marijuana del Colorado.

Gli Stanley dimostrarono che incrociando delle varietà di cannnabis con la canapa industriale, si ottenevano dei benefici terapeutici mai avuto prima. Dopo varie sperimentazioni, un ceppo, creato con bassissimo THC ed un alto contenuto di CBD, sembrava dare degli ottimi risultati alla sindrome di Dravet. Tale varietà di marjuana fu coniata con il termine Charlotte’s web, in onore di Charlotte e della sua grande voglia di vivere.  L’International Business Times la definì “la ragazza che sta cambiando le leggi sulla marijuana medica in tutta l’America…”. Da quel momento in poi la Florida, grazie ad un disegno di legge sulla marijuana medica, permise l’uso di Charlotte’s web per curare l’epilessia.

 

l'olio cbd, L’Olio CBD: un trattamento all’Epilessia

 

L’olio CBD ed i suoi benefici

L’olio CBD non ha effetto psicoattivo per la presenza di basso contenuto di THC. Importanti ricerche negli ultimi anni, hanno dimostrato che il cannabidiolo ha significative proprietà antibatteriche, antidiabetiche, antispasmodiche e antitumorali. L’olio di cannabis contiene una così grande concentrazione di CBD che può essere somministrato oralmente sottoforma di gocce sublinguali o in aggiunta al cibo. Si deposita poi nel nostro organismo attraverso il sistema digestivo evitando il passaggio dall’apparato respiratorio.

I benefici che se ne traggono sono molto evidenti.  Anche se ancora oggi non ci sono sufficienti prove scientifiche, non si può restare indifferenti ai vantaggi che si hanno nella somministrazione. I soli effetti collaterali che riscontriamo sono una maggiore energia ed una migliore capacità di apprendimento. Con questo ironicamente si vuole affermare che non esistono effetti negativi ma solo effetti benefici. A tal ragione, l’uso dell’olio di CBD non abbraccia solo la medicina ma viene riconosciuto anche come integratore naturale per combattere sintomi di stress, di infiammazioni e per migliorare l’umore.  Un prodotto naturale ricco di omega 3, omega 6 e vitamina B. Privo di glutine e di lattosio difficilmente crea intolleranze alimentari o reazioni dermiche.  Un prodotto che possiamo inserire tranquillamente nella nostra dieta alimentare.

 

La ricerca terapeutica sull’olio di canapa

La ricerca sull’olio di cannabis non si ferma solo alla sindrome dell’epilessia. Ulteriori studi infatti suggeriscono di poter controllare altre malattie come, il diabete, il morbo di Crohn e la sclerosi multipla o ancora, attenuare gli effetti collaterali della chemioterapia. Da qui possiamo affermare che, l’uso della cannabis in medicina sta diventando un fenomeno sempre più rilevante. La diffusione della cannabis terapeutica è una risposta possibile a tante patologie che ancora oggi non riescono a trovare guarigione. Non si può restare chiusi o diffidenti nei confronti dei benefici che può portare questa meravigliosa pianta. Gli scienziati ed i medici tutti devono combattere e far sì che la cannabis terapeutica diventi legale in più parti del mondo con una normativa chiara ed esaustiva.

Non restiamo indifferenti alla Cannabis Terapeutica!

About CanapaSmoking

Siamo due professionisti e vorremmo condividere con voi la nostra conoscenza su questa meravigliosa pianta, la "Cannabis" e sul mondo dello "Svapo". Precisiamo inoltre che tutti gli articoli del nostro blog sono redatti attingendo informazioni da fonti autorevoli ed affidabili.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *